Ecco la recensione di Camillo Langone, pubblicata su Il Giornale di venerdì 17 giugno. Scarica qui il pdf.

 

Mi piacciono i vecchi cattivi. Mi piace (prima non mi piaceva) Maurizio Costanzo, da quando in una magnifica intervista ha detto che Riina deve crepare in carcere. Mi piace tantissimo Riccardo Ruggeri, classe 1934, che nel suo America. Un romanzo gotico (Marsilio) si scaglia contro le decadenti e saccenti élite occidentali, politiche, economiche, mediatiche, con una libertà mentale che non trovo in commentatori dell’età dei suoi figli se non dei suoi nipoti. Continua a leggere…. 

 

 

Ecco una bellissimi intervista di Riccardo Pistelli, pubblicata su Italia Oggi il 20 maggio, in occasione della pubblicazione del nuovo libro di Riccardo Ruggeri: America, un romanzo gotico.

L’ America ci indica il futuro.Per questo è importante osservarla». Riccardo Ruggeri, si definisce un ex
di professione: ex operaio Fiat, ex manager, ex ceo di una multinazionale quotata a Wall Street, ex imprenditore, oggi giornalista e scrittore. Da dieci anni legge, riflette, viaggia (è spesso in America), scrive, cerca di capire in che mondo vivranno «i suoi amati nipoti». Finora non c’è riuscito, dice. Questo suo scrutare il mondo, l’America in particolare, quella celebrata (e stereotipata) ma anche quella profonda, sono oggi diventati un libro, uscito per Marsilio: America, un romanzo gotico. (continua a leggere).

 

Segue una bellissima recensione di Martino Cervo sulle pagine de “La Verità” di venerdì 12 Maggio

 E’ difficile parlare male dei libri scritti da collaboratori di un giornale. E’ complicato pure parlarne bene: il sospetto della compiacenza è in agguato. Se l’oggetto è America. Un romanzo gotico di Riccardo Ruggeri, il rischio vale la pena. Non sono neppure pagine sull’America: il gotico è oggi la forma dell’Occidente, di noi. L’autore conforta il senso di malessere profondo delle nostre società: lo fa perché lo riconosce, facendo piazza pulita della più pervasiva delle retoriche, cioè l’inevitabilità della situazione. (continua a leggere)

 

Coraggio e libertà. Le élite si devono autoriformare riallineando parole e fatti. (da Il Foglio di Domenica 14 Maggio)

Capire quali siano le questione cruciali del proprio tempo è un esercizio difficilissimo. Si è troppo vicini perchè gli storici possano intervenire, troppo emotivamente e personalmente coinvolti per distinguere i fatterelli dagli eventi, le mode dallo spirito del tempo. Eppure… (Continua a legggere)

 

La guerra Civile che sta dilaniando negli Usa (recensione di Angelo Codevilla – La Verità del 19 Maggio 2017) (Leggi di più)

Il politologo Angelo Codevilla , già consigliere del presidente Ronald Reagan, commenta il libro <<America. Un romanzogotico>> di Riccardo Ruggeri. Che dipinge un ritratto di un impero in crisi, dove infuria lo scontro tra popolo e classe dominante: chi vincerà?

 

Il grande regresso: indagine sui segnali deboli del futuro (recensione di Bruno Tinti – Il Fatto Quoditiano – lunedì 22 Maggio)

 Riccardo Ruggeri è un ex: ex operaio, ex manager, ex Ceo di multinazionali, ex imprenditore, ex creatore di start up. Me lo presentò qualche anno fa Marcello Maddalena: una cena di ex, noi ex magistrati, lui – uomo eccezionale – oggi fa lo scrittore e il giornalista. L’11 maggio è uscito il suo ultimo libro, America. Un romanzo gotico. Cartoline da un impero in crisi. A metà strada tra l’autobiografia, il saggio e il romanzo, si pone una domanda  che a noi, vecchi padri e giovani nonni, ci interessa e ci angoscia quotidianamente… (Leggi di più )

 

 

Intervista su radio Padania – Onda Libera di Giulio Cainarca (parte dal minuti 21′)

 

Intervista di Oscar Giannino Su Radio 24. Clicca quì per ascoltare l’intervista a Riccardo Ruggeri.