Draghi e soci procedono a tentoni, sperando nella buona sorte. Lo dice un banchiere svizzero

Di 0 No tags Permalink 2

Come i lettori ben sanno, non fingo mai di essere un economista, neppure da strapazzo, come sarei se lo facessi. Infatti, di economia so quanto deve saperne un ex Ceo di una multinazionale quotata a Wall Sreet, poi, confesso, l’economia è materia che mi provoca tenerezza verso quelli che la praticano. Passano la vita a ...

Nel grande risiko delle alleanze Renzi è rimasto solo

Di 0 No tags Permalink 4

Nel laboratorio Sicilia hanno perso Matteo Renzi e Angelino Alfano. Hanno vinto Musumeci (grazie a Berlusconi) e Grillo. Sconfitto l’Establishment, pimpanti i Sovranisti, mosci i Globalisti.  Questo il messaggio finale. Tutto nasce dalla netta sconfitta al referendum. Nell’epoca del ceocapitalism imperante la regola non scritta è “quando sei al vertice e perdi, dimettiti da tutto, ...

Adesso siamo pronti a votare: vogliamo andarci subito

I primi due atti che ci porteranno alle elezioni di primavera si sono compiuti, i referendum del Lombardo-Veneto li ha vinti Matteo Salvini, le elezioni siciliane Nello Musumeci. Perché ha vinto? Nessuno finora aveva avuto l’idea di scegliere, per la Presidenza della Regione Sicilia, un candidato semplicemente capace di governare, e a detta anche degli ...

Mio Nonno Stalin

Di 0 No tags Permalink 3

Era un uomo inadeguato per gli anni in cui visse, perfetto per il mondo d’oggi: esigeva diritti, rifiutava doveri, parlava solo di sé, non valeva nulla ma voleva essere leader Due le grandi fortune della mia vita: a) nascere povero; b) avere la prospettiva di morire magari benestante, due privilegi che in futuro non avrà più nessuno, le ...

Non si può diventare digitali senza essere analogici sui valori

Di 0 No tags Permalink 1

Le mie analisi non sono elaborate secondo i principi e i protocolli della politica, si basano sulla valutazione dei comportamenti organizzativi dei singoli, intesi come membri di organizzazioni umane complesse e articolate. In questo senso, il recente voto veneto (straordinario per il suo impatto sul territorio e sul paese) è figlio di un nazionalismo “dolce”, ...

La Destra italiana secondo Michele Serra. E la Sinistra cos’è?

Di 0 No tags Permalink 4

Dobbiamo alla mente raffinata e alla penna superba di Michele Serra la (feroce?) definizione articolata in sei punti di Destra 2.0. Eccola : “Liberali, fascisti, socialisti, democristiani. Gente che rispetta la Repubblica insieme a gente che la odia. Nazionalisti e secessionisti. Animalisti e cacciatori. Libertini e omofobi. Il partito delle escort insieme a quello della ...

Il ceo capitalism di Xi Jinping è molto più avanti del nostro

Di 0 No tags Permalink 2

Ci sono momenti in cui il mio lavoro di studioso di sistemi organizzativi complessi e delle relative leadership dà delle grandi soddisfazioni. E’ stato il caso del XIX° Congresso del Partito Comunista cinese, che ho seguito attraverso tv, internet, giornali. Uno splendido spaccato del mondo di oggi, soprattutto di domani. I Congressi dei partiti comunisti sono ...

Sono ottimista, nel buio dell’urna questa classe dominante sarà spazzata via.

Di 0 No tags Permalink 3

Da tempo, da comune cittadino quale sono, mi sto facendo due domande: I governanti irlandesi che avrebbero diritto a 13 miliardi € da parte di Apple, come stabilito dalla Commissione europea, nella persona di Margrethe Vestanger, leader di uno dei paesi che ci raccontano come il più eticamente corretto, perché li rifiutano, peggio, perché vogliono ...

Rassegna stampa del Cameo

Di 0 No tags Permalink 3

1 “Le probabilità di vittoria di Hillary sono al 93%, di Donald al 7%”. Questo sentenziava il New York Times esattamente un anno fa. Come non capire l’odio di questi radical chic intellettualoidi verso gli elettori di The Donald. Non sanno quel che fanno (Luca 23: 34-44), e poi, a complicare tutto arrivò Weinstein. 2 “Un ...